VALUTAZIONE E MONITORAGGIO DELLE RISORSE ITTICHE E DEGLI ECOSISTEMI NELLO STRETTO DI SICILIA

HOME Food and Agriculture Organization of the United Nations
  Citation:
 

ATTIVITA'

Durante la prima riunione del Comitato di Coordinamento di MedSudMed, i partecipanti hanno individuato, in linea di massima, le attività scientifiche e di ricerca da realizzare nel ambito del progetto. Una proposta di programma di lavoro preliminare è stato presentato per quanto concerne le attività di ricerca mirate al miglioramento delle informazioni/dei dati necessari per la gestione della pesca, la tutela della biodiversità e la salvaguardia degli ecosistemi nell’area del Progetto. La proposta si articolava in quattro componenti principali: (i) La distribuzione spaziale delle risorse demersali in base alle caratteristiche ambientali e della pesca; (ii) L’identificazione degli stock delle specie di piccoli pelagici e lo studio dei fattori oceanografici che ne condizionano l’abbondanza e la distribuzione, (iii) Aree marine protette e gestione della pesca; iv) La realizzazione di un database regionale informatizzato.

Per ciascuno di queste componenti, il progetto MedSudMed ha organizzato “Consultazioni tra Esperti” (CE) , Gruppi di Lavoro (GL) e workshop in modo tale da fornire una panoramica delle conoscenze presenti a livello regionale (Stretto di Sicilia) in tema di ecologia della pesca. Alle CE partecipano esperti della regione e non, in grado di fornire informazioni sugli specifici argomenti presi in considerazione. Le CE ed i GL hanno anche lo scopo di definire un programma di lavoro per le attività da realizzare, basato su metodologie comuni e formulare proposte per eventuali studi pilota. Le CE ed i GL hanno lo scopo di promuovere la condivisione dei dati sulla pesca, l’analisi congiunta degli stessi, lo studio delle possibili conseguenze delle diverse misure di gestione della pesca ed a sostenere e promuovere l’armonizzazione delle strategie di gestione della pesa nell’area del progetto. Inoltre, le EC ed i GL hanno il compito di individuare le lacune nelle capacità scientifiche a livello nazionale e dell’intero Stretto di Sicilia e di definire criteri per la raccolta dei dati, identificando un responsabile incaricato del coordinamento del programma di lavoro.

Le attività di ricerca supportate dal progetto riguardano l’ecologia della pesca e si concentrano sulle tematiche inerenti le diverse componenti degli ecosistemi marini secondo quanto di seguito riportato:

  • La distribuzione spaziali delle risorse demersali in relazione ai parametri ambientali ed alle caratteristiche della pesca. In particolare, sono prese in considerazione le diverse fasi del ciclo di vita delle principali specie bersaglio della pesca in relazione ai principali fattori biotici ed abiotici dell’area presa in esame. La prima CE relativa a quest’argomento si è tenuta a Malta dal 10 al 12 dicembre 2002.

  • L’utilizzo delle Area Marine Protette come strumento per la gestione della pesca con particolare attenzione alle aree del mediterraneo in cui questo metodo è già in fase di attuazione. Si eseguiranno studi comparati per valutare gli effetti dei periodi di interruzione obbligatoria delle attività di pesca. La prima CE relativa a quest’argomento si è tenuta a Salammbô, Tunisia, dal 14 al 16 aprile 2003.

  • I fattori oceanografici che condizionano l’abbondanza e la distribuzione dei piccoli pelagici al fine di migliorare la conoscenza sulla riproduzione e le zone di concentrazione, il trasporto di uova e larve e, in fine, la presenza ed abbondanza delle risorse. La prima CE relativa finalizzata ad approfondire quest’argomento si è tenuta a Salammbô, Tunisia, dal 1 al 3 ottobre 2003.

  • L’implementazione delle attività di ricerca mediante lo sviluppo di un database a carattere regionale ed un sistema informative in cui memorizzare, analizzare e rappresentare i dati relativi alle risorse della pesca, le attività di pesca ed i parametri ambientali. Una EC sarà organizzata sul tema a Mazara del Vallo in data da definirsi. Poiché nelle EC precedenti sono state trattate questioni relative l’utilizzo e la gestione di dati, la presente EC provvederà alla sintesi di questi aspetti.

 

  Consultazione tra Esperti sui Piccoli Pelegici: L’identificazione degli stocks dei piccoli pelagici e lo studio dei fattori oceanografici che ne condizionano l’abbondanza e la distribuzione
1-3 Ottobre 2003, Tunisia
  Seminario sulla Standardizzazione dei Protocolli per le Campagne di Campionamento Mediante Pesca a Strascico nell’area MedSudMed
5-9 Magio 2003, Italia
  Consultazione tra Esperti sulle Area Marine Protette e la Gestione della Pesca
14-16 Aprile 2003, Tunisia
  Consultazione tra Esperti sulla distribuzione spaziale delle risorse demersali
10-12 Dicembre 2002, Malta

    ::HOME    ::IL PROGETTO    ::ATTIVITA'    ::PUBBLICAZIONI    ::EVENTI    ::Info sulla Pesca

FAO MEDSUDMED Project  FAO-FIRF Room C351-C353 -Viale delle Terme di Caracalla 00153 Rome -Italy-
::: tel  +39 06 570 54492 ::: fax +39 06 570 55188 -

©FAO-MedSudMed,

 

FAO-MedSudMed project. © FAO MedSudMed project - Web site. [online]. Rome. Updated. [Cited ].

   

العربية

English

Italiano